Puerto del Rosario

La capitale dell’isola di Fuerteventura

Puerto del Rosario è una città portuale situata al centro della costa orientale dell’isola di Fuerteventura. E’ la capitale amministrativa ed economica dell’isola, ma non molto interessante dal punto di vista turistico e culturale.

La città conta circa 40.000 abitanti, per lo più impiegati nel settore dell’amministrazione e dei servizi e pochi nel settore del turismo.

Puerto del Rosario (Porto del Rosario) prende il nome dalla Virgin del Rosario (Madonna del Rosario) a cui dal 1806 è dedicata la sua parrocchia.
È soltanto nel 1956 che la città prese il nome di Puerto del Rosario. Prima la città era nominata Puerto de Cabras, o Puerto Cabras (Porto delle Capre) in quanto i pastori portavano le loro greggi ad abbeverarsi a una fonte situata al sud della località, il Barranco de Río Cabras, sul quale era stata costruita la diga di Río Cabras.

Dove si trova Puerto del Rosario

Puerto del Rosario si è sviluppato intorno a un porto naturale in fondo a una grande baia sulla costa orientale di Fuerteventura . La capitale è al centro della rete stradale dell’isola con: al nord, la strada FV-1 che la collega alla stazione balneare di Corralejo; al nord-ovest la strada FV-10 che raggiunge La Oliva; al sud la strada costiera FV-2 che conduce fino quasi ad Jandía; al sud-ovest la strada FV-20 che raggiunge La Antigua e Tuineje; dopo Casillas del Ángel, la strada FV-30 si separa dalla FV-20 che porta a Betancuria e a Pájara.
L’aeroporto internazionale di Fuerteventura si trova a El Matorral, 5 chilometri a sud di Puerto del Rosario, sulla strada FV-2.

Il comune di Puerto del Rosario occupa una striscia di terra che si estende dalla costa est fino alla costa occidentale dell’isola. A nord è separato del comune di La Oliva da una linea quasi rettilinea che va della Caleta del Buen Pobre, sulla costa orientale, fino alla Playa de la Mujer, sulla costa occidentale, passando per lo Pico de la Muda (689 m) in mezzo all’isola.
Al sud il comune di Puerto del Rosario è limitrofo dal comune di La Antigua secondo una linea che parte dalla Punta del Cangrejito a est, quindi attraversa una serie di colline (morros) e di bordi (cuchillos), passa per il massiccio di Betancuria e ritorna verso la costa occidentale seguendo il burrone di Agua Fria, poi raggiunge il burrone di Los Mozos per finire verso la costa a Playa de los Mozos.

Il territorio del comune di Puerto del Rosario copre parte di due aree naturali protette: a ovest il Parco Rurale Betancuria e a nord il Paesaggio Protetto Vallebrón.

Storia di Puerto del Rosario

Puerto de Cabras è stata fondata intorno al 1797 da continentali che vedevano nel suo porto naturale grandi potenzialità. Il villaggio costiero allora era parte del comune di Tetir. Lo sviluppo iniziò dal suo porto di pescatori e divenne presto la porta commerciale per l’esportazione di finocchio marino e grano. Tuttavia, si dovette attendere fino al 1835 perchè la città diventasse comune autonomo dal comune di Tetir, quando la crescita molto significativa della sua popolazione rese necessaria la sua emancipazione.

Puerto de Cabras divenne la capitale dell’isola di Fuerteventura nel 1860, sostituendo in questa funzione la città di La Oliva. Amministrazioni, enti pubblici insulari e gli esercizi commerciali vi si stabilirono qui.

A sud del porto c’è una graziosa spiaggia circondata da una piacevole passeggiata. Dal porto è possibile dirigersi verso il centro storico e al mercato comunale (Mercado municipal) attraverso stradine fiancheggiate da vecchie case in stile canario protette da alte mura.

Più a nord ci sono le vie dello shopping, Avenida 1 de Mayo e Calle León y Castilla, che si intersecano con alcune attrazioni culturali: la Chiesa della Madonna del Rosario, la casa di Unamuno e il Municipio.
In questa città il Comune ha installato un parco di 50 sculture figurative e astratte di vari stili.
A nord-ovest del centro della città c’è il centro commerciale di Las Rotondas.

A sud della città si trova la lunga spiaggia di Playa Blanca dove un tempo sorgeva il vecchio Parador de Fuerteventura (hotel), dal 2017 ristrutturato e riaperto come scuola-hotel a quattro stelle.

La chiesa della Madonna del Rosario (Iglesia de Nuestra Señora del Rosario)

La Chiesa della Madonna del Rosario è stata costruita tra il 1824 e il 1835 con un campanile che ospita due campane provenienti da Marsiglia, in Francia. La chiesa ha trovato la sua forma attuale nel 1930. I festeggiamenti della Madonna del Rosario si svolgono nella prima domenica di Ottobre.

La Casa-museo Miguel de Unamuno (Casa Museo Miguel de Unamuno)

La Casa Museo Unamuno è una costruzione del XIX secolo (1877), dove ha vissuto per alcuni mesi lo scrittore, poeta e filosofo Miguel de Unamuno (1864-1936).
Nel febbraio del 1924, dopo aver duramente criticato contro il regime del generale Miguel Primo de Rivera (capo del governo 1923-1930), Miguel de Unamuno venne spogliato della sua cattedra di greco presso l’Università di Salamanca e dal suo incarico di rettore dell’università. Fu bandito dalla terraferma spagnola e costretto all’esilio a Fuerteventura. Si trasferì a Puerto de Cabras e visse li da marzo a luglio 1924 in questa casa che allora era nominata «Hotel Fuerteventura». Dopo cinque mesi Unamuno riuscì a fuggire in Francia.
La casa museo Unamuno espone oggi i suoi oggetti personali, fotografie e mobili d’epoca come un banco da lavoro dove scrisse alcuni sonetti sul suo esilio “Da Fuerteventura a Parigi”.

Escursioni a Fuerteventura

Le spiagge di Fuerteventura

A Fuerteventura le fantastiche spiagge sono certamente una delle attrazioni più importanti dell’isola

Cosa vedere a Fuerteventura

Oltre alle sue spiagge l’isola regala anche paesaggi meravigliosi, villaggi affascinanti e tanti posti insoliti

Il clima di Fuerteventura

Fuerteventura è una destinazione perfetta per le vacanze da spiaggia in qualsiasi stagione

Consigli su Fuerteventura

Informazioni e consigli utili su Fuerteventura e le Canarie per una vacanza da sogno senza pensieri

Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per fornire alcuni servizi. Continuando la navigazione ne consentirai l'utilizzo. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi